Piantare piante aromatiche quale vantaggio?

piantare aromatichePiantare piante aromatiche può essere fatto non solo per utilità ma anche per bellezza e infatti molte piante aromatiche non sfigurano vicino a piante ornamentali.

Le piante aromatiche hanno sempre suscitato molto interesse perché possono essere impiegate  come medicinali,  in cucina e come piante ornamentali.

In passato, ma anche ai nostri giorni, nessun orto degno di questo nome  poteva esserne privo.

Piantare le piante aromatiche un tempo era una necessità che non poteva essere trascurata.

Infatti non esistevano medicinali al di fuori delle erbe aromatiche e, negli orti medioevali dei conventi, uno spazio importante era destinato a piantare piante aromatiche che poi servivano per curare le più svariate malattie e per insaporire i cibi della cucina.

Al giorno d’oggi ne facciamo un uso troppo limitato mentre molte sono le piante aromatiche che meriterebbero un’attenzione maggiore.

Ci limitiamo a piantare le piante aromatiche più note, quelle che ci propone il mercato, come basilico, salvia, rosmarino e prezzemolo mentre sono moltissime le piante aromatiche che si possono coltivare.

In un’epoca come la nostra  in cui si fa un gran parlare dell’alimentazione salutare e di una cucina povera di grassi  non c’è niente di meglio che insaporire le vivande con i profumi e i sapori delle piante aromatiche.

Inoltre da più parti si consiglia una cucina povera di sale. Per dare sapore ai cibi senza salare troppo le piante aromatiche sono insuperabili: da sempre la fragranza del loro profumo e il loro gusto deciso ne hanno decretato il loro ruolo come condimento.

Inoltre  piantare le piante aromatiche  significa averle fresche al momento opportuno e non ti mancheranno quanto più ne avrai  bisogno.

Poi occorre dire che molte di loro possono essere essiccate o disidratate per averle a disposizione durante tutto il corso dell’anno.

 

Buone in cucina, belle in giardino e in vaso

Se molte  piante aromatiche sono davvero polivalenti perchè non solo forniscono ottimo condimento in cucina ma sono anche ornamentali in giardino e sul balcone, occorre dire che le piante aromatiche sono davvero tante.

Le sostanze aromatizzanti possono essere contenute nelle foglie, nei loro fiori, nei semi ma anche nelle loro radici, nei tuberi e nella corteccia.

I profumi e i sapori che caratterizzano questo tipo di piante, che non per nulla si chiamano piante aromatiche dalla parola  aroma, sono dovuti alla presenza dei cosiddetti oli essenziali.

Questi oli sono miscele di oli vegetali e di altre sostanze che si trovano all’interno della pianta aromatica o di specifiche sue parti.

Questi oli essenziali sono racchiusi in una grande varietà di tipi di piante differenti che comprendono specie erbacee,  piante arboree e  piante arbustive.

Per percepire il profumo degli oli essenziali spesso è sufficiente strofinare le foglie della pianta aromatica e subito si sprigionerà un intenso profumo indice della presenza di sostanze aromatiche.

E’ questo il caso del basilico e del prezzemolo mentre per altre piante per sentirne l’aroma occorre schiacciarne i semi, come è necessario fare nel caso del cumino,  oppure è necessario  estrarre le radici come per il rafano.

Piantare piante aromatiche quindi è utile per potere usufruire delle qualità medicinali della pianta stessa, molte infatti sono ricche di vitamine e di minerali.

Alcune di loro, grazie alle loro proprietà antisettiche, sono state impiegate non solo per conservare alimenti deperibili  ma anche per le cure del corpo, per sfiammare e disinfettare la cute e il cavo orale.

Per esempio il timo e la salvia sono piante aromatiche che da secoli sono state usate in questo modo per le loro proprietà.

Altre invece, come il peperoncino, hanno aiutato nei tempi passati, ma ancora oggi sono d’aiuto, per conservare nel modo migliore le carni e altri alimenti deperibili.

Un esempio è dato dalla carne del salame che viene conservata anche tramite granelli di pepe e in certi casi con la polvere del peperoncino.

Vi sono  piante aromatiche che hanno una fioritura molto bella e  ornamentale che fa in modo che non sfigurino fra le piante d’ornamento.

erba cipollina fioritaPer esempio è questo il caso dell’erba cipollina che con la sua fioritura appariscente può essere tranquillamente accostata alle piante ornamentali.

Altre sono sempreverdi, quindi conservano il loro  fogliame anche durante i mesi invernali, dando con le loro foglie colore in un periodo freddo e buio.

Per tutti questi motivi vale davvero la pena di piantare piante aromatiche se lo farai non avrai a pentirti di questa tua scelta.

 

Piantare le piante aromatiche: come valorizzarle

Se possiedi uno spazio abbastanza ampio puoi creare per loro un apposito spazio altrimenti stanno bene anche mescolate agli ortaggi e alle piante decorative.

Ci sono molti modi per disporre al meglio le piante aromatiche.

Si può, per esempio, puntare sulla scelta dei contenitori oppure sull’accostamento di esemplari diversi a seconda delle differenze di forma e di fogliame.

Con un po’ di gusto e fantasia di certo il risultato sarà gradevole alla vista e con poca spesa e fatica avrai non solo la loro utilità ma anche  la loro bellezza.

Puoi scegliere di personalizzare la tua collezione di piante aromatiche puntando sulla differenza fra i contenitori.

Sistemando artisticamente vasi e cassette di foggia varia, decorati oppure semplici, di colori  diversi ma accostati con gusto, esalterai le forme differenti delle piante aromatiche che contengono.

Piantare le piante aromatiche significa anche valorizzarle  in questo modo ogni esemplare viene esposto al meglio.

Naturalmente occorre che tutte siano in buona salute e rigogliose però sei avvantaggiato in quanto la maggior parte di loro sono facili da coltivare e rustiche.

Cura molto bene il drenaggio del vaso, posizionale al sole, tranne poche eccezioni vogliono i caldi raggi solari per svilupparsi al meglio, e non eccedere con le annaffiature.

Alcune di loro sono un po’ delicate e mal sopportano il gelo intenso.

In questo caso  basta addossarle ad un muro o coprirle con un telo di tessuto non tessuto per farle trascorrere con successo l’inverno.

Se poi lo spazio è poco non disperare vi sono tanti utili accorgimenti per collocare parecchie piante anche se hai il problema di uno spazio piccolo.

Per esempio se non puoi metterle in posizione orizzontale allora puoi sfruttare la verticalità.

Puoi piantare le aromatiche in vasi appesi, alcune sono ricadenti e stanno molto bene in contenitori sospesi.

E’ questo il caso di una varietà di rosmarino che  ha i rami ricadenti oppure del cappero un’aromatica che sta molto bene sospesa.

Puoi procurarti quelle scalette di legno o di ferro che permettono di disporre i vasi ad altezze degradanti.

scaletta pianteDi scalette così ve ne sono di tipi differenti, anche di circolari e semicircolari, per permettere di sfruttare anche spazi piccoli oppure lunghi e stretti.

Così, anche se collocate in poco spazio, le piante potranno usufruire del giusto quantitativo di sole e aria e la loro cura sarà più agevole.

Un fattore non trascurabile  è che, sistemate in questo modo, è più comodo raccoglierle, innaffiarle, ammirarle perché saranno sollevate da terra.

Se  sei un principiante, ma ti è utile anche se non lo sei più, ti conviene mettere accanto ad ogni pianta  un cartellino di materiale resistente alle intemperie dove, con una matita o pennarello indelebile, potrai segnare il nome della varietà e altre utili informazioni.

Ve ne sono di simpatici nei garden ma i migliori saranno quelli che tu stesso, col tempo, creerai e saprai personalizzare.

In questo modo sarà più facile identificare le varietà delle piante aromatiche che sono in tuo possesso e saprai esattamente quali varietà  stai usando per insaporire i tuoi cibi e per benefiche tisane.

Se possiedi molte varietà di uno stesso tipo di pianta aromatica i cartellini sono molto utili per identificarle esattamente.

Se poi vuoi scoprire le piante aromatiche che coltivo nel mio orto  e che anno dopo anno mi danno tante soddisfazioni guarda un bel video post cliccando qui sotto questo link

Aromatiche: svelati tutti i loro segreti

 

Conclusioni

Se non hai mai piantato una pianta oppure se sei un principiante ti consiglio di comprare un paio di vasetti di piante aromatiche.

Piantare le piante aromatiche che hai acquistato rinvasandole in un vaso leggermente più grande, con le modalità che ti ho spiegato,  significa avere da loro molte soddisfazioni.

Su due cose le piante aromatiche non transigono: la luce intensa e le annaffiature scarse.

Molte sono state uccise da zelanti neofiti che credendo di far bene le hanno annaffiate troppo e soprattutto troppo frequentemente.

Così non riuscendo ad assorbire l’acqua in eccesso sono marcite le radici oppure sono diventate preda di malattie fungine.

Piuttosto che troppa somministra poca acqua,  se sono in vaso vanno comunque innaffiate, ma sempre con  parsimonia.

Però son piante facili e rustiche che sopportano con disinvoltura anche qualche errore nella coltivazione.

Quindi per concludere è sempre utile avere vicine queste piante versatili che hanno così pochi difetti e così tante virtù.

E’ davvero vantaggioso piantare le piante aromatiche almeno le più note.

teiere appeseSe poi ti appassioni e vuoi l’esemplare raro di timo profumato al pepe oppure la salvia ananas con un accentuato profumo di ananas, l’ho annusata ed è buonissima, e le vai cercando instancabilmente, come sto facendo io,  questo non è vantaggio è passione.

La passione è un sentimento che rende la vita più ricca e piena questo è ugualmente vantaggioso ma in modo differente.

Quindi sia per vantaggio che per passione comincia a coltivare le piante aromatiche e vedrai che ben presto ti affezionerai agli esemplari che in cambio di poche cure sanno darti così tanto e ne ricercherai altri più rari per arricchire la tua collezione.

Dopo questo invito non mi rimane che inviarti

Un dolce affettuoso saluto da

 

mia-firma

 

 

 

Leave a Reply